PER CONIUGI GAY

Ultima Ora: CORTE UE: PARI DIRITTI Gli Stati dell’Ue sono liberi di autorizzare o meno il matrimonio tra persone dello stesso sesso, ma sono tenuti a riconoscere al coniuge di un cittadino Ue, anche se sposato all’estero, gli stessi diritti di libera circolazione. E’ il parere dell’Avvocatura della Corte Ue in merito al ricorso di un romeno: il suo Paese ha vietato il diritto di soggiorno al suo coniuge,un americano sposato a Bruxelles. La direttiva Ue sulla libera circolazione non rinvia agli Stati per la determinazione della qualità di’coniuge’,spiega l’Avvocatura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *