Raciti,vedova: è legge, ma non è giusto

16.39 “Avverto il dolore della sconfitta, ma è la legge”. Così Marisa Grasso, vedova dell’ispettore Raciti,sulla concessione della semilibertà a Daniele Micale, uno dei due ultrà condannati per la morte del marito. “Appena ho saputo ho sentito come un peso, maggiore amarezza e ingiustizia. Accetto la legge, ma non è giusto, il mio calvario continua: chi è condannato deve scontare tutta la condanna, altrimenti non c’è certezza della pena”, ha spiegato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *