VEDE INDIPENDENTISTI

Ultima Ora: CATALOGNA, PUIGDEMONT Il presidente catalano Puigdemont ha tenuto un vertice di 5 ore nella notte con lo ‘stato maggiore’ indipendentista per esaminare la prossima mossa prima dell’attivazione del commissariamento di Madrid. Sul tavolo due opzioni principali secondo la stampa catalana: la fuga in avanti e la proclamazione della ‘repubblica catalana’, o la convocazione di elezioni anticipate che potrebbero fermare l’applicazione dell’art. 155della costituzione.Secondo la ‘Vanguardia’ il governo è diviso.

ERA IDEA FOLLE”

Ultima Ora: BATTISTI:”LOTTA ARMATA Intervista esclusiva del Gr1 a Cesare Battisti. “Qualcuno ha voluto portarmi alla frontiera con la Bolivia, è stata una trappola”,racconta. “Stanno inventando un personaggio che non esiste,non c’è stata tutta la violenza che si dice”. Sui fatti per cui è stato condannato: “Certo che ho compassione per le vittime.Ho 62 anni,moglie,figli,nipoti” “Faccio autocritica sull’uso della lotta armata. Una cosa che non poteva dare risultati per nessuno. Ho partecipato a un’idea che era una follia”. Poi rivela che con il figlio di Torreggiani (per l’omicidio del padre Battisti ha una condanna), ha avuto scambi di lettere. “Ha scritto che sa della mia innocenza”

BRASILE, LIBERTA’ PROVVISORIA A BATTISTI

Ultima Ora: BRASILE, LIBERTA’ PROVVISORIA A BATTISTI Cesare Battisti resta in libertà vigilata. Lo ha deciso all’unanimità il Tribunale della terza regione che ha concesso “l’habeas corpus” all’ex terrorista italiano arrestato lo scorso 4 ottobre con l’accusa di riciclaggio e fuga di capitali. Avrà bisogno di una autorizzazione per lasciare la città dove risiede e sarà sottoposto a sorveglianza anche elettronica. I reati contestati nel procedimento non hanno nulla a vedere con l’estradizione di Battisti in Italia che rimane compentenza della Suprema Corte federale. I giudici hanno rinviato alla prossima settimana la decisione sulla revisione del visto permanente concesso nel 2010.

USA, VIA LA NORMA CHE FACILITA CLASS ACTION

Ultima Ora: USA, VIA LA NORMA CHE FACILITA CLASS ACTION Nuovo colpo di spugna sul fronte della riforma di Wall Street targata Obama.Il senato americano ha infatti abolito le regole che avrebbero permesso a milioni di americani di fare più facilmente causa alle banche e alle altre istituzioni finanziarie attraverso un’azione collettiva. Il voto decisivo per spazzare via un altro pezzo dell’eredità di Obama e della normativa varata dopo la crisi dei mutui subprime del 2008 è stato del vicepresidente Mike Pence.

MADRID: PUIGDEMONT PARLI IN SENATO

Ultima Ora: MADRID: PUIGDEMONT PARLI IN SENATO Il vicepresidente del senato spagnolo Sanz ha detto che la Camera Alta offre al presidente catalano Puigdemont di partecipare venerdì in plenaria a un dibattito con un membro del governo spagnolo prima del voto sul commissariamento della Catalogna. Il governo potrebbe essere rappresentato dallo stesso premier Rajoy. Sanz ha rilevato che il “Senato solo autorizzerà il governo perchè possa applicare o meno le misure” dell’art.155. “Spetterà al governo decidere se usarle o no”.

NAZIONI UNITE,GIORNATA INTERNAZIONALE

Ultima Ora: NAZIONI UNITE,GIORNATA INTERNAZIONALE Oggi Giornata Internazionale delle Nazioni Unite per ricordare l’entrata in vigore dello Statuto dell’organizzazione intergovernativa,il 24 ottobre 1945. Tra gli obiettivi delle Nazioni Unite troviamo:tutelare la pace e la sicurezza internazionale;favorire la soluzione delle controversie internazionali e mediare pacificamente le situazioni conflittuali tra gli Stati; promuovere le relazioni amichevoli tra i popoli in ottemperanza al principio di uguaglianza tra gli Stati e l’autodeterminazione dei popoli;incrementare la cooperazione economica e sociale; promuovere il rispetto dei diritti umani.

COSTITUZIONE DEL PCC

Ultima Ora: CINA, XI NELLA Il 19mo congresso del partito comunista cinese ha eletto il comitato centrale e la commissione centrale per la disciplina e le ispezioni. Lo riportano i media ufficiali, nell’imminenza della cerimonia di chiusura del Congresso.Le teorie e il nome di Xi Jinping, segretario generale del partito comunista cinese, sono stati scritti nella Costituzione del Pcc insieme al suo nome. In questo modo,Xi raggiunge i “padri nobili” Mao Zedong e Deng Xiaoping. Il popolo e la nazione cinesi “hanno un luminoso futuro davanti,in questo grande momento, ci sentiamo più fiduciosi e orgogliosi e avvertiamo un forte senso di responsabilità”,ha detto Xi.

SPAGNA: NON ESCLUSO

Ultima Ora: SPAGNA: NON ESCLUSO ARRESTO PUIGDEMONT Il procuratore Generale dello Stato,José Manuel Maza,ha detto di non escludere di sollecitare la reclusione per il presidente della Generalitat catalana, Puigdemont,nel caso in cui dichiari l’indipendenza della Catalogna. “Quello che mi sorprende -dice- è che questo sorprenda. Se c’è qualcosa che la Procura ritiene prevista dal codice penale come reato, è logico che si persegua”. Fissata per giovedì la sessione plenaria del parlamento catalano sull’applicazione dell’art. 155della Costituzione spagnola. La Commissione Ue scrive che “rispetta l’ordine costituzionale e giuridico spagnolo e le misure” decise da Madrid.

CINA, XI NELLA COSTITUZIONE DEL PCC

Ultima Ora: CINA, XI NELLA COSTITUZIONE DEL PCC Il 19mo congresso del partito comunista cinese ha eletto il comitato centrale e la commissione centrale per la disciplina e le ispezioni. Lo riportano i media ufficiali, nell’imminenza della cerimonia di chiusura del congresso presso la grande sala del popolo. Le teorie e il nome di Xi Jinping, segretario generale del partito comunista cinese, sono stati scritti nella Costituzione del Pcc insieme al suo nome. In questo modo,Xi raggiunge i “padri nobili” Mao Zedong e Deng Xiaoping. Lo ha deciso il Congresso.

PUGNALATA IN REDAZIONE

Ultima Ora: MOSCA, GIORNALISTA La conduttrice della Radio Eco di Mosca Tatiana Felghengauer è stata aggredita e ferita con un coltellata al collo mentre si trovava in redazione. La giornalista è stata ricoverata ma non sarebbe in pericolo di vita. L’assalitore è stato fermato ed è sotto custodia della polizia. E’ riuscito a neutralizzare la sicurezza con uno spray al peperoncino e poi si è introdotto in redazione. L’emittente è una radio liberale, vicina all’opposizione, benchè di proprietà di Gazprom Media. Secondo alcuni media l’assalitore sarebbe un folle, ossessionato dalla reporter che accusava di “spiarlo”,autore di un un blog in lingua russa.