Cosa dicono i dati dell’Istat su disoccupazione e lavoro a dicembre 2019

Nell’ultimo mese dell’anno il tasso dei senza lavoro è rimasto stabile al 9,8%. In calo gli occupati. Ma è boom di precari. Minimo storico per gli autonomi.
A dicembre 2019 il tasso di disoccupazione in Italia è risultato stabile al 9,8%, lo stesso livello già registrato a novembre. Lo ha rilevato l’Istat, spiegando che il numero delle persone in cerca di lavoro segna un “lieve” aumento su base mensile (+2mila). Nel dettaglio, i disoccupati cescono tra gli uomini (+28mila) e tra gli under50, a fronte di una diminuzione tra le donne (-27mila) e gli ultracinquantenni. Resta invariato a dicembre, rispetto al mese precedente, anche il tasso di disoccupazione giovanile (15-24enni), che si attesta al 28,9%.

A DICEMBRE CALANO GLI OCCUPATI, BOOM DI PRECARI

Tornano a calare gli occupati, che a dicembre hanno segnato una diminuzione di 75 mila unità, dopo due mesi di crescita. L’istituto nazionale di statistica ha spiegato che si tratta della contrazione più forte in termini assoluti da febbraio del 2016. A scendere, con un’inversione di rotta, è il numero di lavoratori dipendenti permanenti (-75 mila), ovvero coloro che hanno il posto fisso. Calano anche gli indipendenti (-16 mila), mentre gli occupati aumentano tra i dipendenti a termine (+17 mila).

CALANO GLI OCCUPATI NELLA CLASSE D’ETÀ CENTRALE

Tra i 25 e i 49 anni a dicembre si sono persi 79 mila occupati. La contrazione si concentra quindi nella classi d’età centrali. Gli ultracinquantenni, infatti, restano sostanzialmente stabili (-2 mila) mentre si registra una lieve crescita per gli under25 (+6mila).

BOOM PRECARI E MINIMO STORICO PER GLI AUTONOMI

Di riflesso i dipendenti a termine, ovvero i precari, a dicembre sono aumentati di 17 mila unità su novembre, arrivando a toccare quota 3 milioni 123 mila: si tratta di un nuovo massimo storico. Quasi in modo speculare sa segnalare il minimo storico dal 1977 del numero di lavoratori autonomi, che a dicembre è sceso di 16 mila unità su base mensile. Ormai in Italia gli indipendenti si fermano a 5 milioni e 255 mila.
Leggi tutte le notizie di Ultima ora su Google News oppure sul nostro sito Ultima ora.it

CategorieSenza categoria