“Imprese Vincenti”, Intesa Sanpaolo lancia la seconda edizione

Per accedere al programma dedicato alla valorizzazione delle piccole e medie imprese è necessario autocandidarsi entro fine febbraio.
Tutto
pronto per la seconda edizione di “Imprese Vincenti”, il
programma di Intesa Sanpaolo dedicato alla valorizzazione delle
piccole e medie imprese italiane. La seconda edizione si appresta a partire
dopo il grande successo ottenuto dalla prima edizione che sia in termini di
partecipazione che di attività avviate con i partner di progetto ha raggiunto ottimi
risultati.

Il
programma del Gruppo, infatti, ha accompagnato nel 2019 le 120 aziende
‘vincenti’ in percorsi di crescita e sviluppo. E anche per il 2020 si
appresta a fare lo stesso con l’obiettivo di sostenere e dare
visibilità alle tante aziende che, in tutta Italia, rappresentano un
esempio di eccellenza imprenditoriale e del made in Italy.

«Grazie
ad Imprese Vincenti abbiamo fatto emergere molti ottimi esempi
imprenditoriali presenti nell’economia reale italiana. Con la seconda
edizione di questo programma di valorizzazione – ha spiegato Stefano Barrese,
Responsabile di Banca dei Territori Intesa Sanpaolo – vogliamo ancora di più accompagnare
la crescita di queste PMI campioni del made in Italy e della sostenibilità,
che spiccano grazie a strategie evolute, sono radicate al territorio ma capaci
di lavorare su orizzonti ampi, valorizzano competenze, sono flessibili e
riorientabili in base al mercato. Vogliamo rendere queste PMI sempre
più trainanti l’economia, stiamo concentrando progetti e risorse per essere
motore della crescita insieme a queste aziende virtuose».

LE NOVITÀ DELL’EDIZIONE 2020

Un focus sui territori e sulle piccole e medie imprese che hanno i numeri per un salto dimensionale, è questa una delle prime novità che “Imprese Vincenti” 2020 metterà in campo dedicando particolare attenzione all’imprenditoria ad impatto sociale, sia profit che non, capace di coniugare performance aziendale e valore per il territorio.

In
arrivo news anche per le PMI che verranno invitate a partecipare non più
sulla base di categorie industriali predefinite. Il programma, infatti, darà risalto
a tutti i fattori di successo dell’impresa che la rendono, sul proprio
territorio e in Italia un ‘campione’.

Uno
dei criteri guida della selezione, inoltre, sarà la sostenibilità,
intesa soprattutto in termini di Environmental Social Governance (ESG) e
Circular Economy. Su questi filoni sono previsti anche “menzioni speciali”
alle imprese che hanno sviluppato i progetti di maggior valore.

I GRANDI PARTNER DEL PROGRAMMA

“Imprese Vincenti” anche per il 2020 ha rinnovato la partnership tra Intesa Sanpaolo, Bain&Company, ELITE e Gambero Rosso che metteranno a disposizione delle aziende selezionate strumenti di supporto alla crescita. Tra questi advisory dedicati alla comprensione del posizionamento strategico dell’azienda sul proprio mercato di riferimento e all’identificazione di possibili linee guida per lo sviluppo, confronto con la community ELITE e con best practice internazionali, partecipazione a corsi di formazione, workshop o sessioni dedicate su tematiche di carattere strategico.

Quest’anno
in campo ci saranno anche dei partner tecnici come Cerved che darà
una grossa mano nel rafforzare e facilitare la selezione delle Imprese Vincenti,
e Microsoft Italia che accompagnerà le PMI con formazione e servizi di
supporto tecnologico per accelerare i percorsi di trasformazione digitale. Presente
anche una terza realtà, Tiresia, il centro di ricerca per l’innovazione,
l’imprenditorialità e la finanza ad impatto sociale della School of
Management del Politecnico di Milano, che collaborerà allo sviluppo delle
iniziative all’interno della nuova sezione dedicata alle Imprese sociali.
Verranno coinvolte, inoltre, anche altre Università che fungeranno da partner
locali come esempi di eccellenza del territorio, innovazione e sviluppo locale.

Confermati
inoltre i contributi di Intesa Sanpaolo Forvalue, Intesa
Sanpaolo Formazione e Intesa Sanpaolo Innovation Center che
accompagneranno i programmi di sviluppo offerti da ‘Imprese Vincenti’.

COME CANDIDARSI

Per candidarsi alla partecipazione al programma le PMI italiane devono compilare il questionario on line su www.intesasanpaolo.com entro il 28 febbraio 2020. Tutte le realtà che si riconoscono nel panorama dell’eccellenza italiana possono auto candidarsi. La selezione è aperta ad imprese clienti e non, sia pubbliche che private, a prevalente capitale italiano e non appartenenti a gruppi multinazionali, che abbiano registrato buone performance economico- finanziarie e che abbiano un fatturato compreso fra 2 e 130 milioni di euro, almeno 10 dipendenti e sede legale in Italia. È importante anche che le piccole e medie imprese abbiano effettuato investimenti nel biennio scorso, siano innovative e che si attengano a principi di sostenibilità, che investano su persone e competenze, che attuino strategie di internazionalizzazione, che operino in rapporto al territorio anche attraverso la rete delle filiere e dei distretti, che si impegnino al rilancio anche attraverso il ricambio generazionale.

Le
PMI selezionate saranno invitate a partecipare ad una delle tappe
di presentazione che avranno luogo tra aprile e luglio in tutta Italia
e che daranno visibilità e voce ai territori ed alle aziende che vi operano.

AD OTTOBRE IL FORUM IMPRESE VINCENTI

Al termine del tour di presentazione del programma, nel mese di ottobre si terrà il ‘Forum Imprese Vincenti’, un appuntamento di rilievo nazionale che proporrà il confronto a più voci sulle tematiche chiave dell’imprenditoria italiana. Le Imprese Vincenti saranno inserite in un Club dedicato, nel quale potranno usufruire di vantaggi esclusivi ed un network di servizi di primo livello.
Leggi tutte le notizie di Ultima ora su Google News oppure sul nostro sito Ultima ora.it

CategorieSenza categoria