Salvini specula sul coronavirus per attaccare il governo

Il leader della Lega critica l’esecutivo per la gestione della crisi. Ma l’Italia è stato il primo Paese Ue a fare controlli negli aeroporti e ha ricevuto il plauso dell’Oms.
Ancora scottato dalla sconfitta in Emilia Romagna, Matteo Salvini sta cavalcando l’allarme-psicosi del coronavirus per attaccare il governo. Un’offensiva basata sulla presunta incompetenza di Palazzo Chigi nel gestire la situazione che però sembra smentita sia dalle misure prese in questi giorni contro l’epidemia sia dalla valutazione di un’organizzazione neutrale come l’Oms.

GLI ATTACCHI AL GOVERNO

«Fatemi capire.. I primi due casi di coronavirus sono sbarcati tranquilli a Malpensa il 23 gennaio, e senza alcun controllo, avrebbero girato per giorni mezza Italia fino ad arrivare in un albergo nel pieno centro di Roma. È così che il governo tutela la salute e la sicurezza degli italiani? La Lega da giorni chiedeva quarantena, controlli, blocchi e informazioni, ma per politici e giornalisti di sinistra eravamo “speculatori” e sciacalli. Preghiamo Dio che non ci siano disastri ma chi ha sbagliato deve pagare», ha scritto il 31 gennaio il leader della Lega in una serie di tweet a proposito dei due casi accertati di coronavirus in Italia.

Fatemi capire…I primi due casi di Coronavirus in Italia sarebbero sbarcati tranquilli a Malpensa il 23 gennaio e, senza alcun controllo, avrebbero girato per giorni mezza Italia, fino ad arrivare in un albergo nel pieno centro di Roma. pic.twitter.com/u0SMwGUGYL— Matteo Salvini (@matteosalvinimi) January 31, 2020«CONFERMATI i primi due casi di coronavirus in Italia (due turisti cinesi), CHIUSO il traffico aereo con la Cina, dichiarata l’EMERGENZA globale dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. E poi eravamo noi a essere “speculatori” e catastrofisti… Frontiere aperte, incapaci al governo», ha postato il giorno prima su Facebook.

CONFERMATI i primi due casi di coronavirus in Italia (due turisti cinesi), CHIUSO il traffico aereo con la Cina,…Posted by Matteo Salvini on Thursday, January 30, 2020
Senza voler incensare il governo, è doveroso ricordare che l’Italia è stato il primo Paese europeo ad aver adottato procedure per lo screening dei passeggeri negli aeroporti di Fiumicino (Roma) e Malpensa (Milano). Al 22 gennaio nessun altro Paese dell’Unione aveva comunicato di aver programmato un controllo di accesso agli aeroporti, che in Italia sono invece iniziati il 21 gennaio a Fiumicino e il 22 a Malpensa. Il leader della Lega ha ricordato che i due cittadini cinesi cui è stato riscontrato il virus sono arrivati in Italia il 23 gennaio, «tranquillamente», non considerando il fatto che il virus ha un periodo di incubazione di 14 giorni e che quindi i due turisti sono entrati senza avere alcun sintomo (le prime avvisaglie le hanno avute il 30 gennaio, quando già erano all’Hotel Palatino).

GLI ELOGI DELL’OMS

Inoltre, bisogna considerare che al 31 gennaio l’Italia è l’unico Paese europeo ad aver completamente chiuso il traffico aereo da e per la Cina e la stessa Oms nei giorni passati ha elogiato la situazione italiana. «Tra i Paesi occidentali l’Italia è la più fornita e la più attenta», ha dichiarato il 27 gennaio il Direttore generale aggiunto dell’Oms, Raniero Guerra.

IL PARALLELISMO VIRUS-MIGRANTI

L’ex ministro dell’Interno ha anche cercato di collegare la questione del coronavirus con gli sbarchi di migranti, suo eterno cavallo di battaglia. Da tre giorni il leader del Carroccio accusa il governo di tenere le porte aperte sia al virus che ai migranti provenienti dal Nord Africa, facendo un parallelismo discriminatorio tra malattia e profughi.

Vi sembra normale che nel resto del mondo chiudano frontiere, blocchino voli e mettano in quarantena chi arriva dalla Cina mentre in Italia spalancano i porti? pic.twitter.com/t1RK3gt4pZ— Matteo Salvini (@matteosalvinimi) January 29, 2020Anche qui, è doveroso ricordare che a) l’Italia non sta avendo un atteggiamento più lassista rispetto ad altri Paesi negli spostamenti alle frontiere, se mai il contrario b) i porti che l’Italia “spalancherebbe” nella fattispecie sono punto di arrivo di navi provenienti dall’Africa, uno dei due continenti al mondo in cui il coronavirus non si è ancora palesato (l’altro è il Sud America). Un dettaglio che è evidentemente sfuggito a Salvini, il quale in conferenza stampa ha sostenuto che «il virus è in tutti i continenti». Diffondendo una notizia chiaramente falsa.
Leggi tutte le notizie di Ultima ora su Google News oppure sul nostro sito Ultima ora.it

CategorieSenza categoria