Onu accusa: Italia sfrutta i braccianti

21.50
Orari “eccessivamente lunghi”, “salari troppo bassi per coprire i bisogni elementari” e migranti senza documenti “lasciati in un limbo, senza poter accedere a lavori regolari”.
E’ l’atto di accusa dell’inviata esperta di diritti umani delle Nazioni Unite Hilal Elver. Secondo l’Onu, metà della manodopera agricola italiana è costituita da migranti, per lo più irregolari, la categoria più debole. Manodopera “sfruttata dal sofisticato sistema alimentare dell’Italia”.

CategorieSenza categoria