Prescrizione, Renzi “Noi non molliamo”

“Non si possono trasformare i cittadini in imputati a vita. Quindi sulla prescrizione noi non molliamo”. Così Matteo Renzi, leader di Italia Viva, in un’intervista esclusiva concessa ad “Agorà” su Rai3, sul tema della prescrizione. “Ciò che faremo nei confronti del ministro della Giustizia lo verificheremo alla luce dei comportamenti del ministro stesso”, ha aggiunto su un’eventuale mozione di sfiducia nei confronti del ministro della Giustizia. “Penso che ci voglia buon senso da parte del Governo e sono convinto che il buon senso tornerà. Abbiamo l’economia in crisi, produzione industriale a -1,3%; vogliamo parlare delle cose serie o vogliamo continuare a fare divisioni del tutto inutili e insignificanti”, ha osservato. Alla domanda se il premier Conte sia il leader giusto per guidare questo esecutivo, Renzi ha chiosato: “Lo vedremo al termine del lavoro che ha fatto”.
Sulla stessa lunghezza d’onda il coordinatore nazionale di Italia Viva Ettore Rosato che, ospite di ‘Circo Massimo’ su Radio Capital, ha detto: “Per noi la riforma Bonafede-Salvini è considerata da tutti, anche da magistrati e avvocati, sbagliata. E noi vogliamo cambiarla. In un governo con partiti molto diversi serve mediazione. Siamo partiti per cancellare la riforma Bonafede, ci hanno detto di no. Abbiamo chiesto di congelarla: non è che ci si può rispondere mettendo la fiducia su una norma incostituzionale. Se ci sarà una forzatura in cui si vuole imporre una cosa a cui siamo contrari, reagiremo con la stessa forma di provocazione. Noi speriamo non ci sia questa escalation. Se qualcuno ci vuole provocare, siamo in grado di reagire. Se presentano l’emendamento al milleproroghe, presenteremo la mozione di sfiducia al ministro Bonafede – ha aggiunto -. Ma io sono ottimista, penso sia sbagliato alzare i muri su questa materia”.
(Ultima Ora).
L’articolo Prescrizione, Renzi “Noi non molliamo” proviene da Ultima Ora.

CategorieSenza categoria