Renzi istiga Conte a estrometterlo dalla maggioranza

Il leader di Italia viva: «Se vuole cacciarci, faccia pure». Il gioco del cerino aumenta il rischio di una crisi di governo dopo lo scontro sulla prescrizione. Bellanova: «Orgogliosi della nostra maleducazione».
Dopo il Consiglio dei ministri che ha varato la riforma del processo penale inserendo nel testo anche il contestato lodo Conte bis sulla prescrizione, Matteo Renzi istiga Giuseppe Conte a estromettere Italia viva dalla maggioranza: «Se il premier vuole cacciarci, faccia pure: è un suo diritto! E Conte è il massimo esperto nel cambiare maggioranze. Se invece vogliono noi, devono prendersi anche le nostre idee. Alleati, non sudditi. Trovo il tono di Conte sbagliato, ma ai falli da dietro del premier rispondiamo senza commettere falli di reazione».

ULTIMO (speriamo!) POST SULLA PRESCRIZIONE.1. Pd e Cinque Stelle hanno la stessa posizione sulla giustizia. Pur di fare…Posted by Matteo Renzi on Friday, February 14, 2020
Poi un altro affondo che sa già di campagna elettorale, anche se andare alle urne in questo momento, per Italia viva, sarebbe poco conveniente: «In politica c’è chi guarda i sondaggi e punta alla simpatia e chi guarda i dati Istat e punta alla crescita, al Pil, alla fiducia delle imprese. Se hanno pronto un Conte ter senza di noi, prego, si accomodino. Noi pensiamo all’Italia e teniamo alte le nostre battaglie». Di sicuro c’è che il rischio di una crisi di governo è concreto, anche perché il coordinatore di Italia viva, Ettore Rosato, ha ribadito: «Se resta il lodo Conte bis, è ovvio che non votiamo la riforma del processo penale».

ITALIA VIVA PRONTA A VOTARE LA FIDUCIA SUL MILLEPROROGHE

Ma mentre il senatore attacca a testa bassa, Italia viva pare più prudente. Il partito, secondo quanto riferito da La Presse, è pronto a votare la fiducia al governo sul Milleproroghe sia la prossima settimana alla Camera sia, se ci sarà, al Senato.

E BELLANOVA RIVENDICA LA «MALEDUCAZIONE» DI ITALIA VIVA

Sempre su Facebook si è espressa anche Teresa Bellanova, capo delegazione di Italia viva al governo, che il 13 febbraio non ha preso parte al Consiglio dei ministri suscitando l’ira di Conte («assenza ingiustificabile», aveva detto il premier). Il post della ministra delle Politiche agricole inizia così: «Siamo sicuri sia maleducazione affermare che l’unica grande, vera priorità di questo governo dovrebbero essere crescita e lavoro?». E in conclusione afferma: «Siamo orgogliosi della nostra maleducazione».

Siamo sicuri sia maleducazione affermare che l’unica grande, vera priorità di questo governo dovrebbero essere crescita…Posted by Teresa Bellanova on Friday, February 14, 2020
Leggi tutte le notizie di Ultima ora su Google News oppure sul nostro sito Ultima ora.it

CategorieSenza categoria