Cosmoprof, alla fiera di Bologna si scopre la cosmetica del 2030

Aree tematiche, startup innovative e le nuove sessioni dei CosmoTalks. Ecco il menu della più nota rassegna dedicata all’industria del beauty tra il 12 e il 15 marzo.
Al Cosmoprof Worldwide Bologna si pensa al futuro dell’industria del beauty. L’edizione 2020, infatti, coincide con l’inizio di una nuova decade e con un periodo di cambiamento, tra mutamenti climatici e avvento di tecnologie digitali. Per questo la fiera, in programma nel quartiere fieristico del capoluogo emiliano dal 12 al 16 marzo, proverà a tratteggiare la Vision 2030, con il contributo di oltre 265.000 operatori presenti in rappresentanza di 150 paesi nel mondo e delle 3.000 aziende espositrici da 70 paesi. Il percorso sarà costellato di diversi nuclei tematici. A cominciare dal garden of innovation, dove il visitatore avrà una visione dei macrotrend che con molta probabilità impatteranno sull’industria, passando per l’ottava edizione di Cosmofactory e per i focus sui cambiamenti che coinvolgeranno materiali, fragranze e colori. Senza dimenticare la pitch competition tra le migliori startup tech italiane.

COSMOPROF NEXT: 30 STARTUP DIGITALI PER IL FUTURO

All’interno dell’area Beauty-Tech, ArtificialIntelligence, Virtual Reality e Augmented Reality diventeranno elementi chiave per la cura di noi stessi. Saranno oltre 30 le start-up presenti, specializzate in piattaforme online, soluzioni digital, app virtuali per test di prodotti, servizi di e-make-up e 3D Make-up, software e servizi per la personalizzazione di un prodotto, nuove soluzioni per il retail, prodotti con tecnologie IoT, piattaforme digitali interattive. Con il supporto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e di ITA – Italian Trade Agency nell’ambito del progetto “Italian Start-Up”, le aziende parteciperanno a Cosmoprof Next: la pitch competition promuoverà i migliori progetti presso venture capitalist, investitori, buyer e istituzioni. Il progetto è organizzato in collaborazione con Cariplo Factory, FaB – Fashion and Beautytech, FoundersFactory, Living in Digital Times e Unicredit Start Lab

UN VIAGGIO VERSO IL FUTURO

Il viaggio nel Beauty 2030 inizia dal centro servizi: l’area “Beauty Vision 2030” offrirà una visione complessiva dei macrotrend che con molta probabilità impatteranno sugli aspetti legati alla nostra quotidianità nei prossimi 10 anni. La prima tappa, “Beauty 2030: The Big Picture”, accompagnerà gli operatori presenti in fiera in una rivisitazione della decade che ci lasciamo alle spalle. Un passo, e “A Day in 2030” proietterà i visitatori direttamente nel 2030, tra le stanze di un’abitazione domotica e iper-connessa, con assistenti virtuali e accessori tecnologici. L’installazione “Faces of the Future”, invece, mostrerà le infinite varianti del concetto di bellezza che caratterizzeranno gli anni 2030, con una raccolta di immagini inedite. All’interno della Cosmoprof Arena, sarà inoltre possibile assistere alle sessioni di CosmoTalks: gli educational di Cosmoprof quest’anno coinvolgeranno relatori di calibro internazionale.

IL GIARDINO DELLA DIVERSITÀ

L’ottava edizione di CosmoFactory, l’iniziativa nata all’interno di Cosmopack, il salone dedicato alla filiera produttiva, darà vita ad un laboratorio sperimentale organizzato in tre stazioni, seguendo il principio “make – take – test”. Prima installazione del Garden, la Factory al padiglione 19PK, all’interno di Cosmopack, con la realizzazione di una catena di produzione live. Protagonista dell’iniziativa, “Six4all” – una foundation che unisce una base neutra a 6 nuances di colori. Dalla produzione all’esperienza di acquisto: il prossimo step di “Six4all” è il punto vendita retail, allestito per l’occasione a Cosmoprime – pad. 14. Grazie ad un test con un apparecchio di skin diagnostic, “Delfin”, messo a disposizione da For Lab Italia, i visitatori potranno scoprire le caratteristiche specifiche del proprio fototipo di pelle. Infine, nel The Mall – pad. 29, sarà possibile testare direttamente il prodotto: un team di make-up artist esperte potrà astrarre il tono di foundation più adatto ad ogni visitatore.

I TREND SU COLORI, MATERIALI, FRAGRANZE

Tra i padiglioni 15 e 20, all’interno di Cosmopack, troverà spazio una preview dei colori e dei materiali dei prodotti cosmetici nel 2030, il Garden of Colors and Amterials, organizzato in collaborazione con l’agenzia di trend americana Fashion Snoops. Ritorna poi il consueto appuntamento con CosmoTrends, il report creato in collaborazione con Beautystreams che offre una panoramica delle tendenze che emergono tra gli stand di Cosmoprof.  All’interno di Cosmoprime, invece, “The Garden of Fragrances” accenderà i riflettori sulle future trasformazioni per il mondo delle fragranze. Greenhouse, l’installazione curata da NEZ – The Olfactory Movement, l’osservatorio delle tendenze e delle trasformazioni della profumeria, proporrà una serie di test e sensibilizzerà i presenti su questioni legate all’utilizzo delle risorse e alla salvaguardia del pianeta.
Leggi tutte le notizie di Ultima ora su Google News oppure sul nostro sito Ultima ora.it

CategorieSenza categoria