Kirk e Anne Douglas, una storia d’amore lunga 65 anni

Kirk e Anne Douglas, una storia d’amore lunga 65 anni (foto Ansa)
ROMA – Una storia d’amore lunga 65 anni anni: Kirk e Anne Douglas sono considerati la golden couple di Hollywood, il loro lungo matrimonio si è concluso solo con la recente morte dell’attore, deceduto a 103 anni.
Qual era il loro segreto? Pazienza, sicuramente da parte di Anne che sopportava le infedeltà occasionali del marito e, a volte, la crudeltà emotiva.
Ma la cosa più significativa è stata la connessione emotiva profonda, alimentata dalle ardenti lettere d’amore, molte non datate, inviate durante le loro frequenti separazioni.
La loro storia ebbe inizio quando Kirk, 36 anni, si recò in Francia: aveva appena divorziato dalla prima moglie Diana, madre di Michael e Joel, ed era innamorato nonché fidanzato ufficialmente con l’attrice Anna Maria Pierangeli.
Aveva bisogno di un assistente bilingue e a gennaio del 1953, fu presentato alla 33enne Anne Buydens, l’assistente tedesca del regista John Huston.
Era ancora sposata con Albert Buydens, che l’aveva aiutata a fuggire dai nazisti durante la guerra. Le lettere d’amore sono state raccolte nel libro “Kirk and Anne: Letters of Love, Laughter, and a Lifetime in Hollywood” pubblicato nel 2017, un’autobiografia in cui la coppia racconta come il loro legame sia riuscito a superare davvero tanti ostacoli.
Il Daily Mail per ricordare la scomparsa di Kirk Douglas ha pubblicato alcuni passaggi delle lettere scambiate dalla coppia.
L’attore racconta che era affascinato da Anne, “ero incantato dalle sue caviglie sottili” e dalla sua “aria elegante e raffinata” e in pochi minuti le offrì il lavoro.
Ma lei rifiutò e solo successivamente accettò di lavorare con Le Brute Cheri, come Douglas era chiamato dalla stampa.
Dopo un anno di corteggiamento, Anne cedette al fascino dell’attore, entrambi si innamorarono e il 29 maggio 1954 fu celebrato il matrimonio.
Dopo una litigata all’inizio della loro relazione, Kirk scrive ad Anne per scusarsi:
“Tesoro, ho la sensazione che non tornerai stasera ma spero di sbagliare!  È stata una brutta giornata per me e probabilmente peggiore per te. Perché la mia brutta giornata significa che tutti i miei problemi sono stati aggiunti ai tuoi. Perdonami. Ma spero che tu sia qui a leggere questo messaggio e di trovarti quando torno. Improvvisamente mi sembra stupido andare a cena senza di te. Perché, che tu ci creda o no, ti amo!”.
In una lettera del 1954, Anne scrive:
“Mio caro, ogni momento che abbiamo trascorso insieme è ancora davvero vivo in me. Sono terribilmente sola senza di te. Tesoro, scrivimi, chiamami, vieni da me. Voglio esserti vicino. Voglio essere amata, amata e ancora amata”.
L’attore risponde alla futura moglie:
“Mia cara Anne, Voglio vederti. Provo sentimenti così forti per te, ma mi trattengo. Ho tanta paura di fare o dire cose sbagliate. La cosa più importante è che tu venga qui e stia accanto a me. Ho bisogno di averti vicino”.
Nel 2017, Kirk aveva commentato:
“Oggi la mia ammirazione e il bisogno di avere accanto questa donna è totale e ancora mi stupisce. Avevo scritto:”Anche se vivremo fino a 100 anni, ci saranno ancora tante cose da dire”. Abbiamo raggiunto questo traguardo, aveva detto l’attore, e posso dire che è ancora così”.
Fonte: Daily Mail.

CategorieSenza categoria