Corpo forestale Sardegna, sì alla contrattazione separata per 1.200

È passata col no dell’opposizione in Consiglio regionale la proposta di legge della Lega che istituisce la contrattazione separata dei dipendenti del Corpo forestale della Regione Sardegna. Il testo, di cui il centrosinistra ha paventato l’impugnazione, era stata contestato da una parte degli stessi lavoratori: in 450, su 1.234, avevano firmato contro, come ricordato nel suo intervento in Aula il consigliere regionale del Progressisti, Massimo Zedda.
Il testo, illustrato dalla leghista Annalisa Mele, è stato approvato in serata con 28 sì e 20 no. Le risorse per la nuova contrattazione e le assunzioni, necessarie anche per ridurre l’elevata età media dei lavoratori (vicina ai 60 anni) – ha spiegato la relatrice – dovranno essere individuate in sede di legge di stabilità. Già quest’anno circa 200 lavoratori del Corpo lo lasceranno per andare in pensione. “C’è bisogno di un ricambio generazionale”, ha osservato il capogruppo sardista Franco Mula. “È importante bandire nuovi concorsi pubblici e riconoscere le indennità di funzione per le quali ci impegniamo a reperire le risorse”.
Quello compiuto oggi è un primo fondamentale passo per il riconoscimento della specificità del Corpo forestale”, interviene il capogruppo della Lega, Dario Giagoni,  “che ci auguriamo possa in tempi rapidi godere di una riforma più organica, così come da noi proposto”      È passato un solo emendamento, presentato dalla maggioranza di centrodestra: il comitato per la rappresentanza negoziale della Regione ammetterà alla contrattazione collettiva regionale le organizzazioni sindacali che abbiano una rappresentatività non inferiore al 5%. Come precisato dal presidente della Prima commissione, Pierluigi Saiu ( Lega), l’emendamento è stato presentato su sollecitazione dei sindacati.      L’Aula ha approvato anche un ordine del giorno (astenuti Pd, LeU, Progressisti e M5S) che impegna il presidente della Giunta, Christian Solina, a intervenire sul governo nazionale per far riconoscere agli operatori del Corpo forestale della Sardegna le  misure già previste dalla Legge 284/77 e ad assegnare le risorse necessarie per la riclassificazione del personale e per finanziare per l’indennità di funzione.

CategorieSenza categoria