UniCredit:compromessi dati 3 mln utenti

9.58
UniCredit ha identificato un caso di accesso non autorizzato a dati relativo a un file generato nel 2015. Questo file conteneva circa 3 mln di record, riferiti all’Italia e risultava composto solo da nomi, città, numeri di telefono ed e-mail. Lo si legge in una nota dela banca.
Nell’accesso non autorizzato “non sono stati compromessi altri dati personali, né coordinate bancarie in grado di connsentire l’accesso ai conti dei clienti o l’effettuazione di transazioni non autorizzate”, spiega ancora UniCredit.

CategorieSenza categoria