Modena, padre insulta l’arbitro di colore: i ragazzi “squalificano” i genitori

Nel Modenese si è giocato a porte chiuse dopo le offese razziste a un giovane arbitro che aveva dato un rigore alla squadra ospite. La società del San Paolo: “Volevamo dare un segnale”. Sono stati gli stessi ragazzini a spiegate ai propri famigliari che “le persone di colore, siano esse compagni di squadra o arbitri o chiunque altro, fanno parte della nostra vita di tutti i giorni”.Ultima ora

CategorieSenza categoria