Studenti nigeriani vanno a giocare a ping-pong in Croazia e finiscono deportati in un campo profughi

Due studenti nigeriani di 18 anni accusano la polizia croata di averli espulsi illegalmente in Bosnia Erzegovina. I giovani, in possesso di regolare visto, sono membri della squadra di ping-pong nigeriana invitata a partecipare ai campionati mondiali interuniversitari tenuti a Pola. Arrestati a Zagabria, sono stati deportati in un bosco al confine bosniaco dove hanno raggiunto un campo profughi. Da parte sua, il ministro dell’interno croato nega le accuse.Ultima ora

CategorieSenza categoria