Le quotazioni di Borsa e spread del 19 dicembre 2019

Piazza Affari apre in cauto rialzo. Il differenziale riparte da 159 punti. I mercati in diretta.
Apertura del 19 dicembre 2019 in rialzo per la Borsa italiana. L’indice Ftse Mib ha segnato un 0,08% in avvio per poi attestarsi a +0,28%. Nella giornata precedente Piazza Affari ha chiuso piatta (-0,01%). Apertura poco mossa anche per le principali borse europee. Londra cede alle prime battute lo 0,04%, Parigi sale dello 0,07% e Francoforte dello 0,03% .

Guidano i rialzi i titoli dell’energia più difensivi come Snam (+1,16%), Enel (+0,92%) e Terna (+0,82%). Continuano gli acquisti su Fca in scia all’accordo con Psa mentre retrocede Exor (-0,31%) così come Cnh (-0,43%). Segno meno anche per i finanziari Generali (-0,46%), Bper (-0,40%) e Unipol (-0,26%).

LO SPREAD RIPARTE DA 159 PUNTI

Apertura con poche oscillazioni per lo spread tra Btd e Bund. Il differenziale tra il decennale italiano e quello tedesco si attesta stamani a 159,6 punti sugli stessi livelli del 18 dicembre a fine giornata. Il rendimento del Btp è all’1,35%.

BORSE ASIATICHE IN ATTESA DI NUOVI SVILUPPI SUI DAZI

Seduta debole sui listini asiatici reduci dal maggiore rally dell’anno, grazie all’accordo sui dazi annunciato venerdì ma non ancora firmato, mentre i futures americani sono piatti in attesa del voto della Camera dei deputati sull’impeachment per Donald Trump. Negativi gli indici di Tokyo (-0,29%) e Hong Kong (-0,42% a seduta ancora aperta), poco mossa Seul (+0,08%). Invariata la Borsa di Shanghai e positiva Shenzhen (+0,21%) dopo aver azzerato i cali della giornata sulla scia dell’iniezione di nuova liquidità nel sistema finanziario da parte della Banca centrale cinese.

GLI AGGIORNAMENTI DEI MERCATI IN DIRETTA

9.16 – L’EUROPA APRE POCO MOSSA

Apertura poco mossa sulle principali borse europee. Londra cede alle prime battute lo 0,04%, Parigi sale dello 0,07% e Francoforte dello 0,03%.

9.08 – APERTURA BORSA DI MILANO IN RIALZO

Avvio di seduta in cauto rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib segna un aumento dello 0,08% a 23.647 punti.

7.27 – CHIUSURA BORSA DI TOKYO INVARIATA

La Borsa di Tokyo termina la seduta col segno meno, con gli investitori che fanno scattare le prese di profitto dopo le indicazioni della Banca del Giappone (Boj) – ha lasciato la politica monetaria invariata, e gli ultimi sviluppi sulla procedura di impeachment del presidente Usa Donald Trump. Il Nikkei cede lo 0,29% a quota 23,864.85, con una perdita di 69 punti. Sui mercati dei cambi lo yen è poco variato sul dollaro a 109,50, mentre si rivaluta sull’euro a 121,90.

3.05 – HONG KONG APRE POSITIVA

La Borsa di Hong Kong apre la seduta poco mossa, con l’attenzione puntata su Washington per la procedura di impeachment a carico del presidente Donald Trump: l’Hang Seng segna nelle prime battute un progresso frazionale dello 0,06%, a 27.908,78 punti. Poco mosse anche Shanghai e Shenzhen, i cui indici Composite segnano rispettivamente rialzi di 0,11 punti (a 3.017,15) e di 0,60 punti (a 1.710,04).

1.27 – APERTURA BORSA DI TOKYO IN CALO

La Borsa di Tokyo inizia gli scambi poco variata, con gli investitori che attendono maggiori indicazioni sulla politica monetaria della Banca del Giappone (Boj), la cui riunione con la decisione del comitato è prevista in tarda mattinata. Il Nikkei mostra una variazione appena negativa dello 0,15% a quota 23,897.99, con una perdita di 36 punti. Sui mercati dei cambi lo yen si mantiene stabile sul dollaro a 109,50, mentre si apprezza sull’euro a 121,70.
Leggi tutte le notizie di Ultima ora su Google News oppure sul nostro sito Ultima ora.it

CategorieSenza categoria