Mondo di mezzo, Salvatore Buzzi va ai domiciliari dopo 5 anni di carcere

Salvatore Buzzi durante un’intervista con Report  (foto d’archivio Ansa)
ROMA – Dopo cinque anni di carcere Salvatore Buzzi, una delle figure chiave dell’indagine Mondo di mezzo, va ai domiciliari. 
La decisione della Corte d’Appello di Roma “è il giusto epilogo di questo lungo calvario”, ha commentato all’Adnkronos l’avvocato Alessandro Diddi difensore di Buzzi insieme a Piergerardo Santoro. 
“Dopo 5 anni di custodia preventiva finalmente è stata restituita giustizia – ha detto il legale – Mai nessuno in Italia ha pagato in questo modo per una corruzione”. “Adesso finalmente possiamo guardare con serenità all’ultimo pezzo del processo che ci attende in Appello. Spero – ha aggiunto – che si possa mettere fine a questa strana e forse distorta pagina della giustizia italiana”.

Buzzi aveva chiesto la revoca o la sostituzione della misura della detenzione in carcere dopo che la Cassazione il 22 ottobre scorso aveva fatto cadere l’accusa di associazione a delinquere di stampo mafioso. Buzzi è stato condannato in secondo grado a 18 anni e 4 mesi. Neanche un mese fa la sesta sezione penale della corte di Cassazione aveva però stabilito che quella che veniva definita Mafia Capitale non era mafia, capovolgendo la sentenza d’appello sull’inchiesta Mondo di mezzo che aveva stabilito l’associazione mafiosa per Massimo Carminati e Salvatore Buzzi.
 
Fonte: Ansa, Adnkronos.

L’articolo Mondo di mezzo, Salvatore Buzzi va ai domiciliari dopo 5 anni di carcere sembra essere il primo su questo quotidiano.

CategorieSenza categoria