La lettera delle Sardine: “Non saremo un partito: noi una rivolta popolare senza precedenti”

“La forma stessa di un partito sarebbe un oltraggio a ciò che è stato e che potrebbe essere. E non perché i partiti siano sbagliati, ma perché veniamo da una pentola e non è lì che vogliamo tornare. Chiedere che cornice dare a una rivolta è come mettere confini al mare. Puoi farlo, ma risulterai ridicolo. Noi ci chiediamo ogni giorno come fare, e ci sentiamo ridicoli, inadatti e impreparati… ma finalmente liberi”: così, in una lettera a Repubblica, i fondatori delle 6000 sardine.Ultima ora

CategorieSenza categoria