PIEMONTE, 88 MILIONI PER MIGLIORE QUALITÀ DELL’ACQUA

Grazie a 55 milioni incassati dalle bollette e a 33 milioni erogati dal Ministero dell’Ambiente, saranno eseguiti interventi sulle fognature e sugli impianti di depurazione che servono 105 Comuni piemontesi, con una popolazione residente di oltre 450.000 abitanti. Il piano quinquennale punta al potenziamento di alcuni impianti esistenti e alla realizzazione di alcuni nuovi, con l’obiettivo di ridurre il rilascio nell’ambiente di sostante inquinanti come azoto e fosforo. Per raggiungere questo obbiettivo a fine dicembre è stato sottoscritto dal Ministero dell’Ambiente, dalla Regione e dai sei Enti di Governo d’Ambito territoriale ottimale (EgATO) l’Accordo di Programma che regola l’utilizzo delle risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC), relative al periodo di programmazione 2014-2020, per il servizio idrico integrato. Con questi fondi, pari a 33 milioni, saranno in parte finanziati i 60 interventi, mentre gli altri 55 milioni di cofinanziamento saranno garantiti da parte dei gestori tramite i proventi della tariffa del servizio.
Tra gli interventi più significativi quello di Gravellona Toce, dove verrà ammodernato l’impianto di depurazione acque e fanghi e dove saranno sostituite le sezioni obsolete dell’infrastruttura (5 milioni). Tre milioni saranno spesi a Santhià, dove sarà messo in funzione un impianto specifico per la defosforizzazione. Altri lavori saranno eseguiti a Oulx, dove sarà potenziato l’impianto di depurazione che consentirà di mandare in pensione quello di Bardonecchia ormai obsoleto (4,4 milioni). A Chieri saranno spesi 4,8 milioni per il miglioramento della rete mentre a Rosta 3,7 milioni. A Pinerolo è previsto un intervento da 7,1 milioni per il rifacimento del depuratore e altri 2,4 milioni per il rinnovo dell’acquedotto. E’ poi previsto il potenziamento dell’impianto di Govone, ulteriore tassello del sistema di collettamento di tutti gli scarichi fognari dell’Albese, di cui beneficerà la città di Bra (2,7 milioni).
(Ultima Ora).
L’articolo PIEMONTE, 88 MILIONI PER MIGLIORE QUALITÀ DELL’ACQUA proviene da Ultima Ora.

CategorieSenza categoria