Hong Kong, altra giornata di proteste: quattro accoltellati da un attivista pro-Pechino

Nuove manifestazioni nell’ex colonia britannica. Scontri in un centro commerciale: fermato un uomo con l’accusa di aver ferito dei manifestanti.
Nuovi disordini a Hong Kong, con la polizia in tenuta antisommossa costretta a intervenire all’interno di un centro commerciale per disperdere i manifestanti, che protestano contro la brutalità degli agenti. La protesta è entrata nella 22/a settimana consecutiva: il 2 novembre oltre 200 persone erano state fermate, alcune delle quali repsonsabili dell’assalto alla sede dell’agenzia di stampa cinese Xinhua.

Almeno quattro persone sono rimaste ferite da un aggressore armato di coltello nel centro commerciale CityPlaza, nel distretto di Tai Koo, uno di quelli dove la polizia è intervenuta per disperdere i manifestanti. L’aggressore è stato arrestato dopo essere stato picchiato dalla folla. Lo riferiscono i media locali.

Secondo The Hong Kong Free Press, l’aggressore è un attivista pro-Pechino. Tra i feriti anche il consigliere locale Andrew Chiu Ka-yin, a cui è stato tagliato un orecchio, ha riferito il South China Morning Post. Gli altri tre feriti sono due donne ed un uomo, contro cui l’aggressore si sarebbe scagliato dopo una discussione.
Leggi tutte le notizie di Ultima ora su Google News oppure sul nostro sito Ultima ora.it

CategorieSenza categoria