Parigi, scontri al corteo dei sindacati e gilet gialli VIDEO. Governo sospende parte della riforma delle pensioni

Scontri a Parigi durante il corteo contro la riforma delle penioni
PARIGI – Il Governo francese ha annunciato il ritiro “provvisorio” dal progetto di legge per la riforma delle pensioni del punto che creava più problemi con i sindacati, l’instaurazione di un’età di equilibrio a 64 anni per ottenere la pensione a tasso pieno.
Il Ggoverno, si legge in una lettera del primo ministro francese Edouard Philippe inviata alle organizzazioni sindacali e imprenditoriali, è “disposto a ritirare” provvisoriamente l’età di equilibrio a 64 anni dal progetto di legge sulla riforma delle pensioni, pur mantenendo il principio di un’età di equilibrio.
“Per dimostrare la mia fiducia nei confronti dei partner sociali – scrive Philippe ai leader sindacali – e non pregiudicare il risultato dei loro lavori sulle misure da adottare per raggiungere l’equilibrio 2027, sono disposto a ritirare dal progetto di legge la misura di breve termine che avevo proposto, consistente a convergere gradualmente a partire dal 2022 verso un’età di equilibrio di 64 anni nel 2027”.
Parigi, violenti scontri alla manifestazione contro la riforma
La decisione del Governo arriva durante la manifestazione organizzata dai sindacati francesi e dai gilet gialli contro la riforma delle pensioni. Gli incidenti sono avvenuti prima dell’arrivo del corteo alla Bastiglia. Lacrimogeni, cassonetti in fiamme, lancio di oggetti contro la polizia, cariche: l’intero quartiere è stato teatro di incidenti.
I disordini sono poi diminuiti di intensità all’avvicinarsi della Bastiglia e il grosso del corteo, nel quale si trovavano fra l’altro tutti i leader sindacali oltre a centinaia di gilet gialli, ha ripreso a sfilare nella calma. Successivamente è arrivato l’annuncio del Governo francese del ritiro “provvisorio” della riforma delle pensioni.
Fonte: Ansa, YouTube

CategorieSenza categoria