Referendum taglio parlamentari, l’invettiva di Di Battista: “Spreco di denaro per colpa di Salvini”

Il pentastellato Alessandro Di Battista si scaglia contro il referendum confermativo sulla riforma costituzionale che ha tagliato i parlamentari: “È politicamente una vergogna il fatto che un mucchio di senatori possa andare contro la pubblica opinione costringendo lo Stato a spendere circa 350 milioni si euro per indire un referendum dall’esito sicuro”.Ultima ora

CategorieSenza categoria