Giappone, segnalato il primo caso di virus tipo Sars dalla Cina

Foto archivio ANSA
ROMA – Il primo caso di infezione da coronavirus, il virus tipo Sars scoperto in Cina, è stato segnalato in Giappone. Il paziente era rientrato a Kanagawa, a sud di Tokyo, lo scorso 6 gennaio dopo un viaggio a Wuhan, città cinese e focolaio dell’infezione. L’uomo è ricoverato dal 10 gennaio ed è stato dimesso il 15 dopo essere guarito, come riportato dall’agenzia Kyodo.
Al momento sono 41 i casi accertati di persone colpite dal coronarovirus in Cina e tutte hanno frequentato il mercato di Wuhan. Sette di loro sono state dimesse dagli ospedali, mentre una persona è morta e altre sei sono in gravi condizioni. 
Secondo quanto riferito dalle autorità sanitarie giapponesi, il 6 gennaio in Giappone un cittadino cinese residente a Kanagawa è stato ricoverato per una infezione polmonare provocata proprio dal coronarovirus dell’epidemia a Wuhan. L’uomo aveva frequentato la città, la ma sua infezione si è risolta e il 10 gennaio l’uomo è stato dimesso dall’ospedale e ora risulta guarito. 
Dei sei tipi di coronavirus conosciuti che hanno infettato l’uomo, quattro hanno causato solo sintomi respiratori minori simili a quelli di un raffreddore. Gli altri due, invece, hanno provocato gravi malattie: la Sars, originata in Cina, e la Mers (la sindrome respiratoria mediorientale), che di vittime ne fece 449 nel 2015. (Fonte ANSA e AGI)