Zone blu: dove si vive meglio e più a lungo. Ecco quali sono

Due anziani giocano a pallone (foto ANSA)
ROMA – Esistono cinque aree geografiche in cui gli abitanti superano tranquillamente i 90 anni, sfiorano i 100 e per giunta in salute. Si chiamano “Zone Blu”, termine coniato dai demografi europei Michel Poulain e Gianni Peis, e si trovano in Italia, Grecia, California (Usa), Giappone e Costa Rica. Dan Buettner, giornalista del National Geographic, ha indagato sugli elementi che questi cinque paesi hanno in comune.
In Italia è la zona blu è in Sardegna: gli abitanti dell’Ogliastra, prediligono uno stile di vita sano fatto di movimento, dieta basata su alimenti semplici, provenienti dall’orto e poco lavorati.
In Grecia c’è un’isoletta del Mar Egeo, Icaria, dove una persona su tre ha più di 90 anni, dove c’è il tasso di demenza senile più basso d’Europa e le principali attività che svolgono sono dormire, mangiare bene (per lo più olio di oliva, tè e latte di capra), pregare o meditare e stare in compagnia.
In Giappone, nell’isola di Okinawa risiedono più di 140 donne che superano i 90 anni: il merito va ad una alimentazione povera di grassi (riso, tè verde, pesce e soia) e ad abitudini sane praticate a ritmi sostenibili.
In California c’è Loma Linda, zona a pochi passi da Los Angeles. Qui è dove stato rilevato che gli abitanti hanno una aspettativa maggiore di 10 anni rispetto al Nord America: anche in questo caso si ha l’abitudine di mangiare sano, andare a letto presto, dormire bene e condividere le piccole gioie della vita con la comunità.
Infine Nicoya, una penisola del Costa Rica, dove il tasso di mortalità tra la popolazione di mezza età è il più basso del pianeta e dove si producono e si consumano cereali, molta frutta e si dà spazio al riposo psico-fisico. (Fonte: HUFFINGTON POST).

CategorieSenza categoria