Pd e M5s a picco nei sondaggi politici del 3 novembre 2019

In un mese i dem hanno perso il 5%. I pentastellati il 3,5%. Mentre la Lega è tornata a correre. La rilevazione di Noto.
Movimento 5 stelle (M5s) e Partito democratico (Pd) crollano nei sondaggi. Secondo la rilevazione di Noto pubblicata il 3 novembre 2019 da Il Resto del Carlino, i due azionisti del governo hanno perso in un mese l’8,5% dei consensi. Il calo più vistoso è quello del Pd: -5% da quando è iniziato il governo Conte 2. «È vero che nel frattempo è nata Italia viva, meglio conosciuta come il partito di Renzi, che ha aggregato circa il 6% degli elettori», scrive Noto. «Comunque sia, anche considerando l’apporto di questa nuova forza – che al momento sembra posizionarsi più come opposizione interna che come un alleato solido – il saldo rimane negativo: -3,5%». Lo stesso calo registrato dal M5s. Male anche Liberi e Uguali, -1%.

ELETTORI M5S CONTRO L’ALLEANZA COL PD IN EMILIA-ROMAGNA

Ben diversa la tendenza all’interno del centrodestra. La Lega, dopo avere perso circa 5 punti di consenso dopo l’apertura della crisi del Conte 1, è tornata a guadagnare terreno, attestandosi al 33,2%. Cresce anche Fratelli d’Italia, di Giorgia Meloni, al 9%. Positivo, infine, pure il trend di Forza Italia, in crescita del 2%. «Alcuni osservatori politici ritengono che il risultato delle elezioni regionali dell’Umbria stia avendo un impatto sulle intenzioni di voto a livello nazionale», scrive Noto. «Nella realtà la dinamica è esattamente contraria, cioè il trend del voto ai partiti nell’ultimo mese, tra l’altro da quando sta prendendo corpo ed anima la manovra finanziaria, ha avuto una influenza decisiva nella vittoria del centrodestra in Umbria». E rischia di ripercuotersi anche sull’Emilia-Romagna, al voto a gennaio. Tra gli elettori pentastellati, il 58% si dice contrario all’alleanza tra M5s e Pd, il 33% è favorevole. Tra gli elettori del Pd, invece, prevale la quota, il 62%, che vorrebbe l’accordo tra i due partiti anche nella “Regione rossa”.
Leggi tutte le notizie di Ultima ora su Google News oppure sul nostro sito Ultima ora.it

CategorieSenza categoria